Se l’esperienza allo IUSVE ha segnato la tua vita e desideri far fruttare il legame con questa università lì dove sei, gli Alumni Ped
potrebbero essere il gruppo giusto.
Attivi dal 2017, gli Alumni Ped sono un gruppo di ex studenti e studenti del Dipartimento di Pedagogia dello IUSVE nato dal desiderio di mantenere i legami nati durante gli anni di università, di continuare ad apprendere insieme per costruire una comunità di persone che trasformano il mondo del sociale.

La mission degli Alumni Ped è quella di sostenere le figure professionali degli educatori e di tutti gli operatori sociali rispondendo ai loro bisogni attraverso la costruzione di una comunità allargata di apprendimenti e di pratiche. Per questo il gruppo organizza attività di studio, ricerca, eventi e incontri con docenti ed esperti del mondo del sociale. 

Attività 
Durante l’anno vengono organizzati diversi tipi di attività ai quali possono partecipare gli ex-studenti e gli studenti del Dipartimento di Pedagogia ma anche ospiti esterni interessati ai temi trattati.

  • Eventi
  • Ricerche-azioni
  • Workshop e incontri di formazione 

Come diventare ALUMNO PED
Se sei un ex-studente del Dipartimento di Pedagogia…lo sei già!

Il gruppo degli Alumni Ped è una comunità che continuamente si allarga accogliendo nuovi membri senza vincoli di iscrizione e nella libera e volontaria
partecipazione. 
Alcuni di noi svolgono delle funzioni di coordinamento che servono a mantenere in piedi il gruppo e a gestire logisticamente le diverse azioni. Altri sono impegnati a livello più operativo nel progettare e realizzare le singole attività. 

Come partecipare agli ALUMNI PED 
Se vuoi avere maggiori informazioni sugli Alumni Ped e su come partecipare alle attività scrivi a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Presto saremo sui principali social.

Storia
Terminata l’esperienza universitaria, alcuni degli ex-studenti delle lauree magistrali di pedagogia dello IUSVE sentivano di avere bisogno di concretezza e di trasferire in azione gli apprendimenti teorici condivisi durante gli anni di studio, organizzando sia spazi di riflessione che immergendosi in prima persona negli interventi socio-educativi.  
Dagli eventi organizzati dal Dipartimento di Pedagogia dello IUSVE nel corso del 2017 un’assemblea di circa 60 persone di ex-studenti ha incaricato un gruppo di nove ex-studenti di farsi promotore della progettazione di un possibile percorso per gli alumni del dipartimento. Il Dipartimento di Pedagogia ha sempre dato completo appoggio allo sviluppo di una specie di piccola comunità di pratiche che, a partire dal legame con lo IUSVE potesse contaminare il mondo al di fuori delle aule.

Il gruppo promotore ha così elaborato una proposta di primo coinvolgimento e di definizione di strategie con lo scopo di
valorizzare la figura dell’educatore e in modo più ampio dell’operatore sociale. 
Nell’assemblea del 17 marzo 2018 si è deciso di condividere un patto costitutivo della comunità Alumni Ped.
Esso è un accordo, un quadro di relazioni umane e professionali in divenire, che unisce dal punto di vista comunitario gli studenti ed ex studenti del Dipartimento.

Identità
Gli Alumni Ped si riconoscono nella prospettiva di un educatore generatore di processi, con competenze utili a dialogare assieme ad altri professionisti, che promuove percorsi di autonomia attraverso la relazione di rete in cui i servizi e le persone coinvolte si connettono assumendo una responsabilità condivisa nella cura.

Vision 
Gli Alumni Ped vogliono portare avanti dei progetti che affondano le radici nelle riflessioni antropologiche, pedagogiche ed etiche di cui il Dipartimento è promotore e da cui è nato l’acronimo A.P.E. (Antropologia Pedagogia & Etica). Sono in particolare tre le dimensioni chiave che caratterizzano questo approccio:

  • concepire i processi educativi come orientati alla promozione di una visione etica ed antropologica per la fioritura delle capacità delle persone, delle relazioni comunitarie orientate al benecomune, e di istituzioni giuste; 
  • caratterizzare i rapporti educativi come fonte di ricostruzione dei legami e dei beni sociali e di promozione di futuro collettivo per i territori locali; 
  • sviluppare rapporti tra università, educatori e realtà del sociale e del terzo settore che siano mirati alla trasformazione delle relazioni esistenti per la costruzione di pratiche educative e di vita sociale innovativa.