Da spazi di tutela a territori di autonomia: geografia reticolare al servizio dei minori. Nuovi orizzonti per i care leavers

Studente: Lia Furlanetto
Titolo tesiDa spazi di tutela a territori di autonomia: geografia reticolare al servizio dei minori. Nuovi orizzonti per i care leavers
Docente relatore: Prof. Giulio Antonini
Docente controrelatore: Prof. Christian Crocetta
Presidente commissione di tesi: Prof. Loris Benvenuti
Data discussione tesi: 22 ottobre 2019
Laurea Magistrale Internazionale inProgettazione e gestione degli interventi socioeducativi

Il presente lavoro di tesi offre una riflessione sulla vita dei minori fuori famiglia per decreto di un Tribunale e scruta l’orizzonte di un futuro possibile di quei giovani in difficoltà che, cresciuti nell’accoglienza, diventano care leavers. Si intende focalizzare l’attenzione sulla cessione di quote di tutela a favore di quote di rischio nella transizione verso l’autonomia e la vita adulta in generale. In questo percorso in-out care, si palesa un gap tra le opportunità di cui usufruiscono minori da una parte e neomaggiorenni dall’altra, da colmare con l’attivazione delle risorse del territorio e la convocazione dei soggetti sociali fondamentale in un’ottica di rete. Tale trattazione teorica prende vita nel racconto dell’esperienza concreta dei progetti attivati dalla Società Cooperativa Sociale “Il Portico”. 

The present thesis work offers a reflection on the life of underage people outside family by decree of a Court and looks for the horizon of a possible future of those young people in difficulty who, growing up in hospitality, become care leavers. The intention is to focus on the transfer of protection quotas in favor of risk shares in the transition towards autonomy and adult life in general. In this in-out care path, a gap is revealed between the opportunities enjoyed by minors on the one hand and adults on the other, to be filled by activating the territory's resources and convocating a fundamental social figure in a network point of view. The theoretical treatment comes to life in the narration of the concrete experience of the activated projects by the Social Cooperative Society "Il Portico".