images/grafica/TESTATE/pedagogia/covegni.png

L’essere umano non è chiamato a vivere ma a “vivere bene”

Titolo: L’essere umano non è chiamato a vivere ma a “vivere bene” - L’impegno educativo di un maestro per la costruzione della vita buona. (Giuseppe Mari 1965-2018)
Data: 7 dicembre 2019
Ore: dalle 09.00 alle 17.30
Luogo: Campus di Mestre - Aula Magna

Lo IUSVE organizza un Convegno internazionale in memoriam del prof. Giuseppe Mari, purtroppo recentemente scomparso. Di grande rilievo è stata non soltanto la sua significativa statura intellettuale, in quanto docente e studioso ma anche la sua umanità e sensibilità personale, riconosciuta e apprezzata in particolare da coloro che hanno potuto conoscerlo.

Nella giornata del 7 dicembre 2019, dalle ore 9.00 alle ore 17.30, relatori italiani e stranieri, che hanno avuto in passato esperienze di collaborazione con il Prof. Mari, si avvicineranno ad alcune tematiche di ricerca a lui care con lo scopo di presentare, anche alle luce di riflessioni e studi personali, quei guadagni educativi oggi particolarmente propositivi e fecondi.

Relatori
Emanuele Balduzzi (Istituto Universitario Salesiano di Venezia)
Antonio Bellingreri (Università degli Studi di Palermo)
Giuseppe Bertagna (Università degli Studi di Bergamo)
Ernesto Diaco (Ufficio Nazionale per l’Educazione, la Scuola e l’Università della CEI)
Maurizio Fabbri (Alma Mater Studiorum-Università di Bologna)
José Antonio Ibañez-Martín (Universidad Complutense di Madrid)
Marisa Musaio (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano)
Concepción Naval (Universidad de Navarra di Pamplona)
Andrea Pozzobon (Istituto Universitario Salesiano di Venezia)
Vincenzo Salerno (Istituto Universitario Salesiano di Venezia) 

Iscriviti al seminario

iscriviti

Fenomenologia del perdono

Titolo: Fenomenologia del perdono - Educazione e terapia delle esperienze di vita fondamentali 
Data: 2 luglio 2019
Ore: dalle 11.00 alle 12.30
Luogo: Campus di Mestre - Sala consiglio

Il Dipartimento di Pedagogia dello IUSVE organizza un Seminario per docenti sulla valenza educativa del perdono. Infatti, comprendere le esperienze di vita fondamentali e accompagnarle dal punto di vista educativo e terapeutico costituisce un momento imprescindibile per la crescita. Con i docenti María del Rosario González Martín dell’Universidad Complutense di Madrid e Emanuele Balduzzi del Dipartimento di Pedagogia dello IUSVE verrà effettuata una riflessione sull’esperienza educativa del perdono, in particolare nei suoi risvolti etici, sociali e politici.
Il seminario sarà anche un’occasione di confronto e dibattito su questo delicato, ma ineludibile, snodo esistenziale e antropologico.
 
Relatori
María del Rosario González Martín – Universidad Complutense di Madrid – https://www.ucm.es/the/directorio/?id=19930
Emanuele Balduzzi – IUSVE – https://iusve.glauco.it/ppd/home.jsp?d=422
 
Programma Seminario 
ore 11.00 Introduzione del prof. Lorenzo Biagi, Direttore del Dipartimento di Pedagogia
ore 11.15 Intervento dei proff. María del Rosario González Martín e  Emanuele Balduzzi
ore 12.00 Confronto e dibattito con i presenti
 
Iscriviti al seminario
iscriviti

María del Rosario González Martín è docente del Dipartimento di Studi Educativi dell’Universidad Complutense di Madrid, e attualmente è anche Segretaria accademica. In precedenza ha insegnato anche nell’Universidad Autónoma de Madrid e in quella di Santiago del Chile. I suoi interessi di ricerca concernono la Filosofia e l’Etica dell’educazione da un punto di vista fenomenologico e personalista. È ricercatrice nel gruppo di ricerca Cultura Cívica y Políticas educativa e di quello Fenomenología y Filosofía prima. Inoltre è membro fondatore della Sociedad Española de Personalismo. È esperta di terapia familiare, ed anche membro dell’osservatorio del Gioco infantile.
Autrice di numerosi articoli a livello nazionale e internazionale. Uno dei suoi ultimi lavori è stato pubblicato per la prestigiosa casa editoriale di Madrid Síntesis nel volume a cura di M. G. Amilburu, A. Bernal, M. R. González Martín. Antropología de la educación. La especie educable.

Tra azienda e comunità. Il futuro del welfare

Titolo: Tra azienda e comunità. Il futuro del welfare. Un'opportunità per il territorio
Data: 25 giugno 2019
Ore: dalle 9.00 alle 13.30
Luogo: Campus di Mestre - Aula Magna


Quando si parla di welfare, è oggi necessario fare riferimento a una pluralità di attori in gioco. Questi possono agire secondo logiche più o meno integrate, dando vita a percorsi dagli esiti molto diversificati. Si rivela quindi sempre più urgente capire in che direzione operare al fine di progettare e mettere in atto interventi e politiche di welfare che amplino le proprie potenzialità inclusive, superando la frammentazione e la sovrapposizione degli stessi.
Con questa consapevolezza, CISL Venezia e Il Dipartimento di Pedagogia dell’Istituto Universitario Salesiano di Venezia hanno messo in atto un percorso di formazione e ricerca dedicato ai temi del welfare territoriale. I principali risultati di questo percorso saranno presentati in occasione del convegno “Tra azienda e comunità. Il futuro del welfare”, che si terrà martedì 25 giugno 2019 presso l’Aula Magna dell’Istituto Salesiano San Marco. Il convegno sarà anche l’occasione per discutere di welfare con i diversi soggetti a diverso titolo coinvolti in esso (dalle istituzioni pubbliche ai sindacati, fino alle imprese), restituendo così una prospettiva coerente con la complessità delle questioni trattate.

Programma

09.20-09.30 Saluti del Direttore IUS, Prof. don Nicola Giacopini
09.30-10.30 Introduzione (Paolo Bizzotto, Lorenzo Biagi e Davide Girardi)
10.30-13.00 Dibattito con rappresentanti sindacali, rappresentanti istituzionali, delle associazioni datoriali e di categoria
13.00-13.30 Conclusioni di Ignazio Ganga, Segretario confederale Cisl nazionale

Scarica la locandina del convegno

Fare il bene: Aiutare chi soffre è uguale a farsi una bella crociera?

Titolo: Fare il bene: aiutare chi soffre è uguale a farsi una bella crociera
Data: 17 maggio 2019
Orario: 9.00 – 13.00
Campus: Mestre - Aula Magna
Docenti coinvolti: Sergio Bastianel, Loris Benvenuti, Lorenzo Biagi, Cristian Vecchiet

In un contesto culturale in cui di fatto prevale il relativismo epistemologico, gnoseologico ed etico, le azioni morali vengono spesso interpretate in termini soggettivistici. Se questo approccio è ormai non di rado messo in discussione negli ambienti accademici, spesso viene comunque dato per scontato negli ambienti di vita ordinaria. La finalità dell’incontro è la messa in discussione argomentata dell’approccio etico relativistico e la individuazione di criteri di discernimento etico oggettivo.


Obiettivi:

  • Favorire tra gli studenti una rilettura in chiave A.P.E. delle azioni morali, fermo restando che le azioni e le pratiche educative portano con sé implicazioni di carattere etico.
  • Problematizzazione del relativismo conoscitivo ed etico spesso acriticamente presupposto nei ragionamenti e nelle pratiche educative e più in generale nella vita ordinaria.
  • Identificazione delle buone ragioni per un approccio “realista” nella conoscenza della realtà morale e nelle opzioni etiche ed educative.

Programma:
09.00 - saluti del Prof. Benvenuti e introduzione ai lavori
09.30 - relazione del Prof. Sergio Bastianel
10.30 - pausa
10.50 - lavori in gruppo
11.50 - presentazione e dibattito in plenaria con il Prof. Sergio Bastianel
12.45 - conclusioni e saluti

Laboratorio di formazione - Labirinti e spazi dedalici: la riflessività nella pratica educativa

Titolo: Laboratorio di formazione - Labirinti e spazi dedalici: la riflessività nella pratica educativa
Date: Sabato 8-15-22-29 giugno 2019
Orario: dalle 14.00 alle 18.00
Luogo: Campus IUSVE di Mestre
Relatore: Dott. Sergio Della Valle

L’attività di chi è impegnato nella pratica educativa è fortemente connessa alla capacità di riflettere, operare e fare ricerca in maniera condivisa e partecipata. Il Laboratorio propone di conoscere e sperimentare strumenti e pratiche della riflessività che: aiutano ad interrogarsi sul proprio lavoro per comprenderlo ed orientarlo, si propongono come esercizio costante per allontanare le trappole di messaggi prescrittivi e pensieri autoreferenziali, si concretizzano come pratica di connessione circolare tra esperienze, narrazioni e teorie, utile a discostare spiegazioni dormitive ed a passare oltre visioni cristallizzate, per la continua condivisione della progettualità e della operatività quotidiana nel lavoro educativo.

Per l’efficacia del percorso è richiesta l’iscrizione e la partecipazione a tutti i momenti formativi.

Dott. Sergio Della Valle, licenziato  in Governance del Welfare sociale presso IUSVE, è pedagogista, counsellor, formatore nell’ambito dei comportamenti organizzativi. Progetta e conduce laboratori formativi, in particolare sull’utilizzo, nelle professioni educative, di aiuto e di cura, di strumenti e pratiche della riflessività.

Scarica il programma completo


Iscriviti al laboratorio
iscriviti

Associarsi per educare - Convegno Inaugurale AIEP

Titolo: Associarsi per educare - Convegno Inaugurale AIEP
Data: 23 Maggio 2019
Orario: 9.30 -13.00
Luogo: Firenze

Il Dipartimento di Pedagogia propone a Studenti e Laureati PED e MPED la partecipazione al Convegno Inaugurale Nazionale dell’Associazione Italiana Educatori Professionali e Pedagogisti al Teatro della Pergola di Firenze

Bozza di programma


9:30 Apertura dei lavori - Saluti delle Autorità
 
10:00 - 13:00 Interventi programmati
  • AIEP: una Comunità professionale per la tutela, per la crescita umana e professionale degli educatori e dei pedagogisti.
    Prof. Mario Oscar D. Llanos, Presidente di AIEP, Decano della Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma
  • Ruolo e identità professionale dell’Educatore Professionale e del Pedagogista
  • Il profilo professionale dell’Educatore Professionale e del Pedagogista nella normativa europea, nazionale e regionali. 
13:00 - Pausa buffet
 
14:30 - Ripresa dei lavori
  • Generare Comunità Educanti: la costruzione di sinergie e reti di collaborazioni per promuovere l’educazione
  • Educare nel Terzo Millennio: le attuali sfide educative
  • Lo statuto, l’organizzazione e il programma delle attività di AIEP per il 2019/2021

16:30 - Conclusioni

Agli studenti del terzo anno PED la partecipazione verrà riconosciuta come assenza giustificata alla lezione del giorno 23/5

Il Dipartimento PED sta valutando la possibilità di organizzare (trasporto, ecc.) una partecipazione di studenti e laureati IUSVE. Quanti fossero interessati a partecipare possono cliccare sul pulsante Iscrizioni
Verranno poi contattati dal Dipartimento PED per i vari aggiornamenti e per le questioni organizzative.

Per ragioni organizzative il termine entro cui manifestare l'interesse è il 10 Maggio 2019.

iscriviti

Per maggiori informazioni
Scrivere a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Open Day - Corsi MPED e i nuovi profili professionali

Titolo: Open Day - Corsi MPED e i nuovi profili professionali
Data: 4 maggio 2019
Orario: dalle ore 14.00 alle ore 15.30
Campus: Mestre - Aula A

Il Dipartimento di Pedagogia intende dedicare un momento di approfondimento destinato a studenti del terzo anno e Alumni per confrontarsi in modo informale sui corsi di Laurea MPED e in particolare rispetto a quelli recentemente attivati: Scienze Pedagogiche, Progettazione Gestione Interventi Socio-educativi e Governance del Welfare Sociale.

Eventbrite - Open Day PED Senior. Le professioni educative, la “riforma Iori” e i nuovi Percorsi PED Senior

FOCUS - Selfie, Extreme-Selfie, Self, Sé

Data: 11 aprile 2019
Orario: dalle 9.00 alle 13.00
Campus: Venezia - Aula da definire in funzione delle iscrizioni
Docenti coinvolti: Giovanni Fasoli, Chiara Bertato, Lorenzo Biagi

L’oggetto di “questionabilità” è rappresentato da due espressioni sintomatiche e “polivalenti” della comunicazione new-mediale e della “vita social”: selfie ed extreme selfie. Due espressioni ormai sdoganate nel “quotidiano” ma che rimandano “ad altro”.

L'obiettivo sarà quello di rileggere il fenomeno del Selfie in chiave comunicativa ed antropologica, intercettare lo sguardo psico-logico e psico-patologico ed aprire – nel rispetto di ogni epistemologia – verso eventuali implicazioni comunicative pedagogiche ed etiche.

Programma:

ore 9.00 - 11.05

  • Apertura dei lavori
  • Interventi

ore 11.25

  • Pausa Caffè

Cooperative learning
Domande

ore 13.00 chiusura dei lavori

iscriviti

Educare per vivere: riflessioni contemporanee sull’educazione

Titolo: Educare per vivere: riflessioni contemporanee sull’educazione
Data: 6 aprile 2019 dalle 9.00 alle 13.00
Relatori: Prof. Eraldo Affinati

La scuola è un crocevia di esistenze e di relazioni. Eraldo Affinati, professore e scrittore lo sa bene, ne è testimone e si fa portavoce non solo di un fare scuola dalla parte della relazione, ma soprattutto di un fare scuola che dà voce ai ragazzi. A muovere dall’interpretazione dell’esperienza di Barbiana e della capacità di intercettare la vita dei ragazzi a scuola, l’autore apre a suggestioni di carattere pedagogico ed educativo utili a rileggere le professioni educative alla prova della relazione con l’altro.

Programma:
09.00 Saluti e avvio dei lavori Direttore di Dipartimento di Pedagogia, prof. Lorenzo Biagi
09.30 Il sogno di un'altra scuola, riflessioni con l'autore, prof. Eraldo Affinati 
10.30 Pausa
10.50 Approfondimento in aula
12.00 Dibattito in plenaria
13.00 Chiusura dei lavori 

iscriviti

Open Day - Corsi MPED e i nuovi profili professionali

Titolo: Corsi MPED e i nuovi profili professionali
Data: 23 marzo 2019
Orario: dalle ore 14.00 alle ore 15.30
Campus: Mestre - Aula 4C
Docente: prof. Crocetta

Il Dipartimento di Pedagogia intende dedicare un momento di approfondimento destinato a studenti del terzo anno e Alumni per confrontarsi in modo informale sui corso di Laurea MPED e in particolare rispetto a quelli recentemente attivati: Scienze Pedagogiche, Progettazione Gestione Interventi Socio-educativi e Governance del Welfare Sociale.

Eventbrite - Open Day - Corsi MPED e i nuovi profili professionali 2019