Inclusione e partecipazione. Ripensare i processi sociali entro i contesti comunitari

Studente: Serafin Gianluca
Titolo tesi: Inclusione e partecipazione. Ripensare i processi sociali entro i contesti comunitari
Docente relatore: Prof. Emilio Marco
Docente controrelatore: Prof. Benvenuti Loris
Presidente commissione di tesi: Prof. Girardi Davide
Data discussione tesi: 06 marzo 2018
Laurea Magistrale in: Progettazione e gestione degli interventi socioeducativi

Il presente elaborato si propone di analizzare il fenomeno dell’inclusione sociale con l’obiettivo di fornire alcune possibili precondizioni per favorire tale processo.
Si ritiene possibile una lettura di questo tema a partire dalla prospettiva “A.P.E.” (antropologia, pedagogia ed etica), acronimo elaborato da alcuni docenti di Pedagogia dello Iusve in seguito al confronto con le teorie di Charles Taylor e Alasdair MacIntyre.
Attraverso il confronto tra termini associati all’inclusione verrà proposta un’ipotesi di vocabolario e linguaggio da cui poter ripartire. In questo senso, il tema della comunità elaborato da C. Taylor è centrale in tutta l’analisi. Attraverso la dimensione comunitaria si ritiene infatti possibile favorire la partecipazione del singolo individuo alla vita sociale, economica, politica e culturale. L’altro tema chiave nell’analisi è il concetto di pratica elaborato da A. MacIntyre: essa si oppone al dissenso morale contemporaneo e consente alla comunità di esistere.
 
This study examines social inclusion with the aim of suggesting some preconditions that favor this process.
It proposes to look at the topic through the ‘A.P.E.’ (anthropology, pedagogy and ethics) perspective developed by the department of Pedagogy of the Iusve (VE) starting from theories of Charles Taylor and Alasdair MacIntyre.
Through an analysis of terms related to inclusion, a hypothetical language and lexicon is formulated for new foundations. Here, the concept of community as expressed by C. Taylor is central to the whole analysis. It is suggested, indeed, that the community may facilitate an individual’s participation to social, cultural, economic and political life. Another theme fundamental to the study is the concept of practice advanced by A MacIntyre: it opposes the contemporary moral dissent and allows the community to exist.