La pedagogia e il modello sistemico relazionale nei conflitti familiari

Studente: Brigo Antonio
Titolo tesi: La pedagogia e il modello sistemico relazionale nei conflitti familiari
Docente relatore: Prof.ssa Lodoli Mavi
Docente controrelatore: Prof. Crocetta Christian
Presidente commissione di tesi: Prof. Benvenuti Loris
Data discussione tesi: 21 marzo 2018
Licenza Magistrale in: Progettazione e gestione degli interventi socioeducativi 

In questo lavoro si è prestata attenzione agli effetti del conflitto familiare sui membri della famiglia. A questo proposito è stato importante descrivere preliminarmente la storia e lo sviluppo della famiglia, e delle varie forme che essa ha assunto nel corso del tempo modificandosi a seguito dei cambiamenti sociali. I conflitti all’interno del contesto famigliare sono causa di grandi turbamenti che coinvolgono sia le figure adulte sia, in particolar modo, i figli. La separazione dei genitori rappresenta, invero, per costoro un evento avverso che comporta difficoltà e cambiamenti da sostenere, anche se il vero pericolo non è la separazione in sé ma l’esposizione al prolungato ed elevato conflitto coniugale. A volte per i genitori, presi dalle loro vicende personali, risulta difficile udire la voce dei figli e riconoscere il loro disorientamento e la loro sofferenza.
Compito peculiare della pedagogia famigliare è rinforzare il cambiamento del sistema delle relazioni affinché la famiglia sappia ricomporre nuovi equilibri relazionali al proprio interno e nel rapporto con il contesto sociale facendo leva sulle proprie risorse.
Il sostegno educativo si propone quindi come un processo di aiuto atto a sollecitare le potenzialità educative presenti nella famiglia.La famiglia in conflitto può trovare nella relazione educativa una possibilità di aiuto senza che questo implichi una rinuncia alle proprie competenze e responsabilità. 

The main focus of this work consists in the impact of intra-family conflict on family members. In such perspective, it has been important to provide a preliminary description concerning the development of the concept of the family, and of the various forms that it has assumed, in the course of time, and as a result of its being subjected to the modification caused by social change. Conflict in the family context is a source of great anxiety that involves both the adult and, in particular, the younger members. For the children, in fact, the separation of parents represents a traumatic event which entails having to cope with untold difficulty and a huge change. Nevertheless, the real danger does not lie in the breaking up of parents itself, but in the resulting exposition of children to a prolonged and intense conflict between separating couples. Taken up by their personal interests and perspectives, at times it may become difficult for parents to hear the voice of their children and recognize the disorientation and suffering experienced by the latter. The specific task of family pedagogy, therefore, is to strengthen the efforts aimed at transforming the system of relations with a view to enabling the family, by making use of its own resources, to reach a new relational balance both from within, as well as with reference to its relations with the social context. Consequently, educational support is proposed as a help process aimed at mobilizing the educative potentiality which is already present in the family. In this respect, the conflicting family can draw benefit from an educational relation as a possibility for obtaining the help it needs, but,nevertheless, without any implications of having to give up its own competences and responsibilities.