“Nonna, come si fa la pasta?” Il progetto “Mani”: l’agricoltura sociale in rete nel dialogo intergenerazionale

Studente: Mattiuzzo Miura
Titolo tesi: “Nonna, come si fa la pasta?” Il progetto “Mani”: l’agricoltura sociale in rete nel dialogo intergenerazionale
Docente relatore: Prof.ssa Carestiato Nadia
Docente controrelatore: Prof. Crocetta Christian
Presidente commissione di tesi: Prof. Benvenuti Loris
Data discussione tesi: 21 marzo 2018
Licenza Magistrale in: Progettazione e gestione degli interventi socioeducativi

Conoscere e approfondire le conoscenze del contesto locale insegna che il territorio va stimato, protetto e aiutato a sopravvivere ai cambiamenti imposti dal progresso e dalle influenze culturali. La valorizzazione delle zone rurali, che con il tempo hanno subito innumerevoli mutamenti, richiama l’attenzione del cittadino verso nuove prospettive e innovazioni correlate ai loro bisogni. Le realtà delle fattorie didattiche e delle aziende agrisociali, ad oggi, possono essere un ottimo trampolino di lancio per una nuova imprenditoria, che incrementa la rete territoriale dei servizi sociali, non solo verso le categorie marginali, ma per l’intera comunità. L’atto educativo, che è implicito nei progetti di agricoltura sociale mira alla creazione di luoghi d’incontro che possano offrire momenti di benessere a diversi soggetti. Nello specifico, il progetto qui presentato vuole favorire le dinamiche intergenerazionali creando situazioni di confronto reciproco volto all’apprendimento dei processi di crescita lungo tutto l’arco della vita. 

Understanding and examining in depth the knowledge of the local context gives a valuable lesson: the territory must be appreciated, protected and helped to survive the progress-imposed changes and the cultural influences. Giving value to the rural areas, which had to endure several alterations over time, draws the attention of the citizen to new perspectives and innovations which are related to the needs of these areas. Nowadays didactic farms and agri-social enterprises can be stepping stones to a new kind of entrepreneurship, able to enhance the territorial network of social services not only for the marginal categories, but also for the entire community. The educational tool concerning social agriculture projects aims at creating meeting places in which all subjects involved feel well. The project here presented intends to foster the intergenerational dynamics whereby situations of comparison and exchange are created, thus encouraging a life-long learning activity of growth processes.