Ruolo dell’educatore nella presa in carico dei soggetti autistici. Quali sono le implicazioni personali e professionali con i soggetti autistici

Studente: Dal Gallo Stella
Titolo tesi: Ruolo dell’educatore nella presa in carico dei soggetti autistici. Quali sono le implicazioni personali e professionali con i soggetti autistici
Docente relatore: Prof. Blascovich Moreno
Docente controrelatore: Prof. Girardi Davide
Presidente commissione di tesi: Prof. Benvenuti Loris

Data discussione tesi: 7/3/2018
Laurea Triennale internazionale in: la Licenza - Laurea magistrale in Progettazione e gestione degli interventi socioeducativi

 

L’argomento scelto verte attorno alle motivazioni che spingono un educatore a scegliere di lavorare con soggetti autistici, quali sono gli elementi caratterizzanti questa professione e cosa propongono della loro soggettività a livello personale e professionale. Inoltre ha lo scopo di avanzare interrogativi inerenti il ruolo dell’educatore e come egli viene supportato dall’équipe. Gli obbiettivi di questa tesi sono quelli di poter dar voce a coloro che scelgono di lavorare con l’autismo mediante l’educazione domiciliare e il lavoro in comunità, per sostenere l’importanza del ruolo dell’educatore in tutti i suoi aspetti, per fornire una sua visione olistica.
Il lavoro, è stato condotto attraverso un approfondimento bibliografico del settore, con il confronto con professionisti e la creazione di domande-stimolo per l’intervista che ha caratterizzato la fase di lavoro esperienziale, è articolato in quattro sezioni. Nella prima si inquadrano la storia, le teorie e le norme intorno al tema dell’autismo, nella seconda vengono delineate le caratteristiche dell’essere educatore e del lavoro d’équipe, nella terza viene approfondita la motivazione personale e professionale del lavoro dell’educatore attraverso la testimonianza di sei educatrici; la quarta, infine, tenta di manifestare l’importanza del ruolo dell’educatore in tutti i suoi punto di vista. In conclusione, grazie a questo lavoro è stato possibile mettere in luce le qualità e i rischi implicanti il ruolo dell’educatore e del lavoro d’équipe e fare un’analisi profonda e personale di tutti gli elementi che caratterizzano il lavoro educativo.

 

The chosen topic focuses on the motivations that push an educator to work with autistic subjects, on the elements characterizing this profession and what they propose of their subjectivity on a personal and professional level. It also aims to advance questions about the role of the educator and how he is supported by the team. The objective of this thesis is three-fold: to give voice to those who choose to work with autism through home education and community work, to support the importance of the educator’s role in all its aspects and to provide his holistic vision.
This thesis, which is the result of an in-depth bibliographic analysis of the sector, a debate with professionals and the creation of questions-stimulus for the interview characterizing the phase of experiential work, is divided into four sections. The history, the theories and the norms around the theme of autism are framed in the first part, while the second one outlines the characteristics of team-work and of being an educator; the third section delve into the personal and professional motivation of the educator's work through the testimony of six educators; finally, the fourth part attempts to show the importance of the educator’s role from all his points of view. In conclusion, thanks to this work it was possible to highlight the qualities and risks involved in the role of the educator and of the team and to carry out a profound and personal analysis of all the elements that characterize the educational work.