Le sfide educative nella scuola. Costruzione ed attuazione di un progetto di prevenzione educativa nella scuola secondaria di primo grado

Studente: Matteo Pasqual
Titolo tesiLe sfide educative nella scuola. Costruzione ed attuazione di un progetto di prevenzione educativa nella scuola secondaria di primo grado
Docente relatore: Prof. Loris Benvenuti
Docente controrelatore: Prof. Emanuele Balduzzi
Presidente commissione di tesi: Prof. Enrico Miatto
Data discussione tesi: 15 marzo 2019
Laurea Magistrale Internazionale in: Governance del welfare sociale

Il presente elaborato, che vede la conclusione del percorso di studi, ha lo scopo di evidenziare un modello educativo coordinato tra l’istituzione scolastica e le famiglie dei ragazzi preadolescenti in un contesto culturale frammentato e complesso. La figura dell’educatore in classe con l’obiettivo di creare relazioni positive tra pari, formare in itinere gli insegnanti condividendo tempi e spazi della scuola in orari curriculari per tutta la durata dell’anno scolastico e la mediazione con le famiglie degli studenti, significa ricollocare al centro della didattica la funzione educativa. I risultati dopo anni di sperimentazioni in diversi contesti territoriali tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, testimoniano la necessità di “solidificare” queste relazioni liquide mettendo al centro la comunità educante, ovvero la responsabilità educativa di ciascuno degli adulti che intervengono nella crescita dei ragazzi a loro affidati. La tesi propone significati e parallelismi culturali che sanciscono una base di partenza divisa in dati di realtà e obiettivi a cui tendere per poi affondare le radici nella ricerca azione posta a conclusione del tutto.

This paper aims to highlight a coordinated educational model between school and the families of pre-adolescent boys in a difficult cultural area. Having an educator in class allows to re-set the educational process at the center of the teaching process. Indeed, an educator in class can help the kids to establish positive peer relationships and the teachers to learn some strategies in progress by sharing and staying with him. Moreover, he can act as a mediator with the students’ families. Years of studies and tests taken in different areas in Veneto and Friuli Venezia Giulia have shown the need to "solidify" the liquid bounds that are being established nowadays by focusing on the educating community. It must be made clear the educational responsibility of each of the adults involved in the growth of the young people to whom they are entrusted. This thesis proposes cultural meanings and parallels that establish a starting point which is made of data of reality and objectives to tend to, and it is based on an action research project which is presented at the end.