Aree marginali, territori di possibilità.

Data: 14 luglio 2021
Studente:
 Sara Belpinati
Titolo tesi:
Aree marginali, territori di possibilità.
Docente relatore:
 Nadia Carestiato
Licenza in:
 Progettazione e gestione degli interventi socioeducativi

Il lavoro di tesi intende approfondire il tema dello sviluppo delle aree marginali in Italia, con un focus specifico sulle aree montane. L’interesse verso questo tema nasce dall’esperienza di tirocinio svolta presso il “Consorzio delle Valli e Dolomiti Friulane”, realtà che unisce produttori di alcune valli della montagna pordenonese ed ha avviato progetti di inclusione sociale. In questo lavoro si cercherà di andare oltre la dimensione economico-produttiva dello sviluppo utilizzando uno sguardo socio-pedagogico che miri a far emerge l’importanza dello sviluppo di comunità e del ruolo educativo. Il quadro teorico di riferimento è quello dello sviluppo locale della scuola territorialista italiana, integrato con l’approccio alle capabilities di Amartya Sen e quello della pedagogia della liberazione di Paulo Freire.

This thesis studies in deep the development of marginal areas in Italy, with a specific focus on mountain areas. My interest on this theme comes from an University internship experience at “Consorzio delle Valli e Dolomiti Friulane '', a place that let local farmers getting together to start some social inclusion projects. This thesis aims to go beyond the economic and fruitful dimension, in favor of a social and pedagogical point of view, to exalt the importance of the community raise and the educational role. The theoretical framework takes roots on the growth of local areas by Italian Territorialist School, integrated with the capability approach of Amartya Sen and the pedagogical thinking of Paulo Freire.