La comunicazione autentica in una cooperativa sociale

Studente: Elisa Zago
Titolo tesiLa comunicazione autentica in una cooperativa sociale
Docente relatore: Prof. Daniele Callini
Docente controrelatore: Prof. Davide Girardi
Presidente commissione di tesi: Prof. Christian Crocetta
Data discussione tesi: 25 ottobre 2018
Laurea Magistrale inGovernance del welfare sociale

Il presente lavoro di tesi consiste nell’esplorazione del tema della comunicazione interna di un caso specifico di cooperativa sociale. La prospettiva di partenza è la dimensione eminentemente relazionale delle organizzazioni del terzo settore, le quali accanto a processi organizzativi orientati all’efficacia e l’efficienza, devono porre particolare attenzione al livello delle dinamiche derivanti dall’azione di aspettative, interazioni, emozioni, percezioni interni ad esse. Si ritiene che, per mantenere il loro carattere di organizzazioni rivolte alla persona, sia rilevante considerare i vari aspetti dei processi comunicativi in termini di autenticità, proprio per garantire una coesistenza virtuosa tra i due vettori di funzionamento sopracitati. Gli obiettivi quindi, si declinano nell’indagine dei fattori che, in termini di comunicazione, concorrono alla costruzione di reciprocità realizzativa tra i livelli delle risorse umane operanti nell’organizzazione; nonché dell’influenza della complessità che oggi caratterizza l’esistenza ed il funzionamento di queste realtà. All’interno dell’indagine, oltre ad un esame delle principali teorie sociologiche, psicologiche e pedagogiche sul tema, si colloca un percorso di autoformazione che si ipotizza possa condurre ad una crescita umana e professionale del candidato, trasferibile e partecipato poi all’interno della realtà organizzativa di appartenenza, cui è stato proposto e condiviso nelle sue premesse. Gli approcci metodologici di ricerca sono il paradigma sistemico e fenomenologico, l’osservazione partecipante e l’autobiografia professionale topica come strumenti di autoformazione. La sperimentazione, analizza il caso oggetto di studio attraverso detti strumenti di ricerca, declinando poi gli approcci teorici descritti tramite l’osservazione delle dinamiche relazionali e formative interne. Dall’osservazione poi, si descriveranno le modalità di funzionamento dei processi organizzativi e formativi, allo scopo di favorire la diffusione di un processo di empowerment organizzativo integrato all’autoconsapevolezza individuale, e da una collocazione del sistema all’interno di una più ampia prospettiva di senso. Le conclusioni intendono costituire una ricapitolazione del percorso attraversato, con riferimento particolare alla specificità dell’apporto antropologico, pedagogico, etico nel panorama della formazione interna organizzativa.

This current thesis consists of the exploration of the theme of internal communication on a specific case of social cooperative. The starting point perspective is the mainly relational dimension of organizations of the third sector, whom in addition to organizational procedures, oriented to efficacy and efficiency, have to put particular attention on the level of dynamics resulting in the action of expectations, interactions, emotions perception within themselves. It is believed that, in order to keep a distinct feature of organization focused on the person, it is relevant to consider different aspects of communicative processes in terms of authenticity, so as to guarantee a virtuous coexistence between the two aforementioned operating vectors. Goals hence contract in investigating factors that, in terms of communication, concur in the construction of mutual realization among the levels of human resources in the organization, as much as the influence of complexity that represents the life and work of these realities nowadays. In addition to examining some of the main theories in the fields of sociology, psychology and pedagogy, there is a self-formation path that could lead to a personal and professional growth of the candidate, applicable and partaken within their own professional reality, which was proposed and shared in its premises. The methodological approach is the systemic and phenomenological paradigm, the participant observation and the topical professional autobiography as self-formation tools. The experiment analyses the case study with the aforementioned tools of research, then declines the theoretical approach described through the observation of internal relational and formative dynamics. From this observation, the operation of the inner organization and formation procedures will be described, in order to encourage the spread of a process of organizational empowerment integrated with individual self awareness, and of a system settlement within a wider perspective. 8 The conclusion is meant to comprise a summary of the treated study, with special focus on the specific anthropologic, pedagogical and ethic provisions in a context of internal organizational formation.