L'approccio del counseling educativo e del colloquio motivazionale nell'ambito dell'alcoldipendenza

Studente: Elisabeth Al Assad
Titolo tesi: L'approccio del counseling educativo e del colloquio motivazionale nell'ambito dell'alcoldipendenza
Docente relatore: Prof. Marcon Sonia
Docente controrelatore: Prof.ssa Miatto Enrico
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Saltarelli Beatrice
Data discussione tesi: 15 ottobre 2021
Licenza in: Scienze pedagogiche

La tesi propone l’analisi dell’approccio del counseling e del Colloquio Motivazionale nell’ambito delle dipendenze, non tanto per la terapia, ma per la fase preparatoria e motivazionale al cambiamento. Infatti, anche il Colloquio Motivazionale rientra nell’ambito del counseling finalizzato al far emergere le risorse e le motivazioni al cambiamento, sia individuale che di gruppo. Nella tesi, quindi si è voluto evidenziare come alcune abilità relazionali e comunicative, soprattutto nel Colloquio Motivazionale e nei gruppi di auto-mutuo-aiuto possono essere utili per favorire l’attivazione alla richiesta d’aiuto e di cambiamento nelle persone che sono alcoldipendenti. Questo approccio è indicato per operare con diversi disturbi, tra i quali quelli da uso di sostanze, nello specifico l’alcoldipendenza. Nelle dipendenze da sostanze, la complessità funzionale di base, rende la motivazione al cambiamento ambivalente e oscillatoria. Pertanto, il Colloquio Motivazionale nasce dalla necessità di dare spazio al dialogo e all’ascolto, soprattutto quando la sofferenza e le contraddizioni soggettive divengono profonde e rilevanti. In definitiva, il CM rappresenta un modello di intervento innovativo, che si presuppone possa consentire alle figure professionali della relazione di aiuto di evitare il generarsi di determinati blocchi della comunicazione tra l’Operatore stesso e l’utente, nonché di instaurare anche con i soggetti che presentano scarsi livelli di motivazione una relazione centrata sulla persona, capace di promuovere la motivazione al cambiamento dei comportamenti disfunzionali. La tesi è corredata di un semplice sondaggio effettuato con utenti che partecipano al Club per alcolisti.

The thesis proposes the analysis of the counseling approach and the motivational interview belonging to addictions theme, not so much for the therapy, but for the preparatory and motivational phase to change. In fact, also the motivational interview is part of the counseling and aims to bring out the resources and motivations for change, both individually and in the groups. In the thesis, therefore, we wanted to highlight how some relational and communication skills, especially in the motivational interview and in the self-help groups, can be useful to encourage the activation of the request of help and change for the alcohol dependents. This approach is suitable for working with different kinds of disorders, including those related to substance use, specifically alcohol dependence. The basic functional complexity, related to the substance addiction, makes the motivation for change ambivalent and oscillatory. Therefore, the Motivational Interview comes from the need to give space to the dialogue and to listening, especially when the suffering and subjective contradictions become deep and relevant. Ultimately, the CM represents an innovative model of intervention and it is assumed that it can allow the professionals figures of the helping relationship to avoid the creation of some blocks of communication between the Operator and the user, as well as to establish, also with the people who have low levels of motivation, a relationship centered on the person, that is useful to promoting the motivation to change of the dysfunctional behaviors. The thesis is accompanied by a simple survey, carried out with the users who take part in the Club for alcoholics.