La forza dell’amore. Le cure emotive e amorevoli come base per uno sviluppo equilibrato del bambino

Studente: Silvia Sembiante
Titolo tesi: La forza dell’amore. Le cure emotive e amorevoli come base per uno sviluppo equilibrato del bambino
Docente relatore: Prof.ssa Viviana Schiavon
Docente controrelatore: Prof.ssa Laura Elia
Presidente commissione di tesi: Prof. Lorenzo Biagi
Data discussione tesi: 22 ottobre 2020
Baccalaureato/Laurea Triennale in: Scienze dell'educazione - Educatore della prima infanzia

All’interno di questo lavoro viene trattato il tema dell’importanza delle cure materne fisiche ed affettive nel corso della prima infanzia. In particolare vengono analizzate la teoria dell’attaccamento dalle sue origini, presentando quanto teorizzato da Bowlby e le ricerche successive compiute da Mary Ainsworth e Mary Main. In seguito vengono approfonditi gli studi sull’intersoggettività compiuti nell’ambito dell’Infant research e in ambito psicanalitico da Stern. Si prosegue poi con gli effetti negativi sullo sviluppo dei bambini deprivati delle cure materne, basandosi sulle ricerche compiute da Spitz, Bowlby e Winnicott. Infine si trattano i ruoli che l’educatrice deve svolgere all’interno dell’asilo nido, concentrando l’attenzione sulle capacità che deve acquisire per sostenere i bambini e le loro famiglie e sugli eventuali interventi da mettere in atto.

This work deals with the importance of maternal physical and emotional care in early childhood. In particular, the theory of attachment from its origins is analysed, presenting what Bowlby theorised and the subsequent research carried out by Mary Ainsworth and Mary Main. The studies on intersubjectivity carried out in Infant research and in the psychoanalytic field by Stern are then further investigated. The negative effects on the development of children deprived of maternal care are continued, based on research carried out by Spitz, Bowlby and Winnicott. Finally, the roles that the educator must play in the nursery are dealt with, focusing attention on the skills that she must acquire to support the children and their families and the possible interventions to be implemented.