La figura del manager di rete: una declinazione nello sviluppo di un nuovo welfare

StudenteAnna Sara Fasoli  
Titolo tesiLa figura del manager di rete: una declinazione nello sviluppo di un nuovo welfare
Docente relatore: Prof. Paolo Tomasin
Docente controrelatore: Prof. Giulio Antonini
Presidente commissione di tesi: Prof. Davide Girardi
Data discussione tesi: 16 ottobre 2018
Laurea Magistrale in: Governance del welfare sociale

Il concetto di rete può essere funzionale ad analizzare e comprendere le dinamiche che caratterizzano i sistemi di welfare in un contesto mutevole e caratterizzato dalla complessità. La rete, infatti, consente di realizzare i principi di orizzontalità e di inclusione di diversi soggetti proposti dal paradigma della governance. A partire da un approfondimento su questo tema sarà proposta la network analysis come strumento per analizzate le reti; inoltre sarà individuata la figura del manager di rete di welfare, un profilo dotato di precise competenze e capacità di carattere tecnico e relazionale in grado di prendersi cura della rete affinché possa esprimere il proprio potenziale generativo e innovativo. Prendendo in esame un caso specifico sarà analizzato un consorzio di cooperative sociali come sistema inter-organizzativo di tipo reticolare, facendone emergere limiti e potenzialità. In seguito saranno esplorate alcune forme di collaborazione utili ad attivare un cambiamento nei sistemi di welfare, approfondendo anche i sistemi di rendicontazione utilizzati. Infine si individuerà il fondamento antropologico, pedagogico ed etico che connota la riflessione proposta.

The concept of network may be helpful to understand the dynamics of welfare systems in a changing context that is characterized by complexity. In fact, the network makes possible to implement the principles of horizontality and inclusion of various actors proposed by the governance paradigm. Starting from a thorough discussion of this topic, I will propose Network Analysis as an effective tool for studying networks. Moreover, I identify the figure of the welfare network manager and I characterize this figure as a profile endowed with precise skills, both technical and relational. Network manager is also someone who is profitable to take care of the network, so that it can produce its own generative and innovative potential. Considering a consortium of social cooperatives as a specific case, I analyze a reticular inter-organizational system, highlighting its limits and potentials. Subsequently I will explore, some forms of collaboration useful for activating a change in welfare systems, also studying the reporting systems used. Finally, I identify the anthropological, pedagogical and ethical foundation that characterizes the topic of this work.