FOCUS - Dall’indifferenza alla partecipazione

Titolo Focus: Dall’indifferenza alla partecipazione. La musica di Luca Bassanese per i diritti degli offesi, una cittadinanza propositiva e una società solidale
Data:  21 maggio 2021
Orario: dalle 15.45 alle 16.45

Guarda le registrazioni del focus qui:
Guarda su YouTube
Guarda su Facebook


La musica di Luca Bassanese traccia, fin dagli esordi, molteplici occasioni di riflessione sul tema del riconoscimento dell’altro, del rischio dell’indifferenza, della necessità di guardare l’altro con lo sguardo di chi non categorizza ed esclude. L’attenzione ai “diritti degli offesi”, per parafrasare una delle sue canzoni, e alla necessità di prendersi cura della “casa comune” (la Terra, ma anche la comunità in cui viviamo) sono alla base di tutta la sua più recente discografia. Una musica non di protesta, ma di proposta. Una musica che può essere strumento per educare ai diritti umani e ad una cittadinanza democratica, propositiva e partecipativa.

L’incontro/intervista sarà trasmesso da CUBE Radio e farà parlare parole e musica e vedrà l’intervento del Prof. Christian Crocetta, Professore Stabile di Diritti Umani ed Educazione alla cittadinanza democratica, IUSVE.

Programma

  • Saluto introduttivo del Responsabile dell’Area di Pedagogia Prof. Enrico Miatto
  • Introduzione del Prof. Christian Crocetta
  • Intervista a Luca Bassanese (parole e musica) a cura del Prof. Christian Crocetta e di CUBE Radio

Luca Bassanese è un cantautore e scrittore italiano, molto attivo nel sociale, in particolare con i movimenti ambientalisti e di impegno civile. Targa MEI (Meeting Etichette Indipendenti) come “miglior artista per la musica popolare”, già vincitore Premio Recanati Musicultura e Attestato di Merito per l'Impegno Civile (Premio Nazionale "Marcello Torre"). Scrivono di lui: “Luca Bassanese non è solamente un autore e un interprete prolifico e fantasioso, ma un artista sovversivo che cerca cioè di sovvertire l’ovvio dentro le parole, l’opaco negli sguardi, il fasullo nei pensieri, così da liberare energie e passioni e dare voce a quanto c’è ancora di genuino e libero”.

Una musica coinvolgente e un linguaggio originale e diretto, mai paternalistico o retorico, per realizzare il sogno di una società solidale e sostenibile: “In questa società liquida cadiamo spesso nell’oblio navigando nel mare del nulla, qualcuno si rifugia su di un’isola ma questo non basta, abbiamo bisogno di una terra comune sulla quale ripartire, una terra solida, più che solida: solidale e sostenibile!” (Luca Bassanese).