Verso un nuovo welfare: tra efficacia sociale e sostenibilità economica

Studentessa: Antonioli Chiara
Titolo tesi: Verso un nuovo welfare: tra efficacia sociale e sostenibilità economica
Docente relatore: Prof. Arduino Salatin
Docente controrelatore: Prof. Ranieri Zuttion
Presidente commissione tesi: Prof. Christian Crocetta
Data discussione tesi: 21 marzo 2016

Di fronte alla complessità del contesto sociale odierno, il modello tradizionale di welfare pare incapace di garantire risposte efficaci. I tagli alla spesa pubblica e il solo tentativo di efficientarla non si configurano come soluzioni al problema.
Partendo da un’analisi storica dell’origine, consolidamento e crisi del welfare state, il lavoro intende indagare i mutamenti che caratterizzano gli attuali servizi di welfare sociale, facendo riferimento in particolare all’allargamento dei soggetti che si candidano ad esserne attori attivi e alla diversificazione dei canali e degli strumenti di finanziamento che ne garantiscono la sostenibilità economica.
A dimostrare che la questione non coinvolge esclusivamente il dibattito scientifico, vengono prese in esame quattro importanti organizzazioni di terzo settore italiane, differenti per attività svolte e modalità di finanziarne lo sviluppo. Ne emerge un quadro complessivo in fermento, con spiccate competenze imprenditoriali, che sa allacciare partenariati innovativi e che diversifica i canali per sostenere attività di welfare nuove e/o tradizionali. Un nuovo panorama dunque si va già strutturando. Per coglierne le opportunità e preservarsi dai rischi occorre coltivare e promuovere una cultura di welfare, perché prima che opera sia pensiero.

Looking at the complexity of today’s social contest, the traditional welfare model seems to be unable to ensure effective responses. The public spending cuts and the attempt to make it more efficient are not viable solutions to the problem.
Starting from a historical analysis of the origin -stabilization and crisis of the welfare state- , this work will examine the changes that characterize the present social welfare services. In particular, the work refers to the expansion of the subjects who are in the running to become active characters. It refers, also, to the diversification of the tools and the channels of financing, that guarantee the economic sustainability.
To prove that these arguments are not purely theoretical, four major Italian third sector organizations have been taken in account. These organizations provide diversified social services, as well as apply different ways to finance the development of their activities. The result is an overall picture in turmoil, with strong entrepreneurial skills, that is able to link innovative partnerships and to diversify the way to sustain new and traditional welfare activities.
A new vision of welfare is evolving. In order to grasp the opportunities and to preserve the risks, it is necessary to nurture and to promote a culture of welfare, in order for this to be a complete concept before being put in action.