Pedagogia Nera e Adulto-centrismo. Residui e attualità nella società odierna

Studente: Alice Turchetto
Titolo tesi: Pedagogia Nera e Adulto-centrismo. Residui e attualità nella società odierna
Docente relatore: Prof.ssa Claudia Puzzovio
Docente controrelatore: Prof. Viviana Schiavon
Presidente commissione di tesi: Prof. Marco Emilio
Data discussione tesi: 06 ottobre 2021
Baccalaureato in: Scienze dell'educazione - Educatore della prima infanzia

La presente tesi, di impianto teorico, si propone di indagare il tema della Pedagogia Nera, ossia dell’utilizzo di metodi educativi violenti nei confronti dei bambini, a partire da un rimando al passato e dall’analisi delle trasformazioni che ha subito nel corso dei secoli il modo di guardare all’infanzia. Successivamente, sulla base della bibliografia e delle ricerche scientifiche prese a riferimento, si prefigge lo scopo di individuare all’interno della società contemporanea, la permanenza di costrutti sociali e paradigmi di pensiero sul tema dell’infanzia e dell’educazione riconducibili ad una forma mentis adultocentrica, deriva della Pedagogia Nera. In ultima analisi, emerge la necessità di un recupero del valore del dialogo e della collaborazione tra coloro che si vedono impegnati nella missione educativa, al fine di togliere ai bambini le pesanti vesti di “piccoli adulti” e guidarli nel loro essere “bambini e basta”, ridando voce all’infanzia come vera e propria categoria sociale e non come una semplice fase transitoria.


This thesis, defined by a theoretical framework, aims to explore the use of violent educational methods against children, known as Black Pedagogy, with a reference to the past and the analysis of the transformations that the way of looking at childhood has undergone over the centuries. Subsequently, starting from the study of bibliography and scientific research, this study has the purpose to identify the permanence of social constructs in today’s society and ways of thinking about childhood and education, linked to an adult-centric mindset and culture, residual of the Black Pedagogy. In the final analysis, the study features the need for a recovery of the value of dialogue and collaboration between those who see themselves engaged in the educational mission, in order to remove the heavy garments of "small adults" from children and guide them in their being "children and nothing more", giving back the voice of childhood as a real social category and not as a simple transitional phase.