Uno sguardo alle politiche attive del lavoro: attiviamoci.. ma come?

Studente: Marta Scevola
Titolo tesiUno sguardo alle politiche attive del lavoro: attiviamoci.. ma come?
Docente relatore: Prof. Alberto Baccichetto
Docente controrelatore: Prof. Andrea Conficoni
Presidente commissione di tesi: Prof. Christian Crocetta
Data discussione tesi: 24 luglio 2018
Laurea Triennale internazionale inProgettazione e gestione degli interventi socioeducativi

Nella tesi svolta si tratteranno temi quali la disoccupazione, l'inattività lavorativa, le politiche attive del lavoro e alcune strategie di attivazione in ambito lavorativo italiano con uno sguardo particolare ai giovani e alla loro situazione di
inattività.
Nel primo capitolo verrà svolta una breve panoramica di come la crisi economica abbia coinvolto alcuni degli stati membri dell'Unione Europea, con uno sguardo particolare all'Italia, al concetto di flessibilità e al ruolo ricoperto
dagli ammortizzatori sociali in ambito di disoccupazione e politiche attive.
Nel corso del secondo capitolo, lo sguardo sar., in particolare, rivolto ai giovani; verrà spiegata la nuova classificazione delle sigla NEET e del progetto Garanzia Giovani, fino ad affrontare temi quali passive participation, problem solving participation e problem setting participation.
Nel terzo capitolo, verr. sottolineata l'importanza del ruolo della persona all'interno della società,per poi passare ad una visione più collettiva sottolineando l'importanza della collaborazione tra individuo, impresa e società. Obiettivo dell'elaborato vuole essere il continuare a credere nelle capacità di ognuno di noi, in particolare modo, in quelle dei giovani.

This dissertation deals with topics such as unemployment, professional inactivity, active labour policies and some activation strategies in italian workplace. Particular attention is given to young people and their situation of
inactivity.
The first chapter carries out a brief overview of the way some of the EU member states have been affected by the economic crisis. It focuses then on Italy on the concept of flexibility, and on the role covered by the welfare in the field
of unemployment and active policies.
The second chapter focuse on young people and an explanation of the new classification NEET, and Garanzia Giovani, up to address issues like passive partecipation, problem solving partecipation e problem setting partecipation.
The third and last chapter focuses the attention on the role of the person within the society. The chapter moves then to a whole and more collective vison, emphasizing the importance of collaboration between individual, bussiness and society. The dissertation goal is the importance of believing in everyone's capacity, particulary in young.