Genitori ed educatori nel riconoscimento dell'identità adulta della persona con sindrome di Down

Studente: Lisa Prete
Titolo tesi: Genitori ed educatori nel riconoscimento dell'identità adulta della persona con sindrome di Down
Docente relatore: Prof. Enrico Miatto
Docente controrelatore: Prof. Alberto Baccichetto
Presidente commissione di tesi: Prof. Marco Emilio
Data discussione tesi: 05 ottobre 2021
Licenza in: Scienze pedagogiche

Le persone con sindrome di Down, e più in generale con disabilità, grazie alla rivoluzione antropologica iniziata verso gli anni ‘70 che ha portato allo sviluppo di una cultura inclusiva, partecipano sempre più attivamente in società essendo considerate persone prima che caratterizzate dalla loro condizione. La rappresentazione della disabilità è infatti cambiata nel corso degli anni e questo ha portato ad un maggior protagonismo da parte delle persone con sindrome di Down nelle questioni riguardanti la propria vita. L’obiettivo di questo studio è quello di comprendere quale ruolo assumono genitori ed educatori nella costruzione e nel riconoscimento dell’identità adulta della persona con sindrome di Down, e verificare se un’educazione all’autonomia è efficace per raggiungere questo scopo. A questo proposito, dopo una ricerca bibliografica centrata su temi riguardanti la crescita e lo sviluppo verso l’adultità della persona con sindrome di Down, ho effettuato due focus group con persone con la sindrome iscritte all’Associazione Italiana Persone Down. Questo ha permesso di avere una dimostrazione diretta e concreta da parte delle persone interessate riguardo al loro percorso e alla loro consapevolezza sul diventare ed essere adulti. Le parole delle persone con sindrome di Down che hanno partecipato ai focus group, invitano a riflettere sulla propria rappresentazione della disabilità che non deve essere svalorizzante ma anzi riconoscente della persona.

Since the anthropological revolution of 1970s, which has led to the development of a more inclusive culture, people with Down syndrome, and more generally people with disabilities, participate in society in an increasingly active way, thanks to the fact that they are considered as persons before only being considered for their condition. Indeed, the concept of disability has changed over the years, and it has led to a more central role of people with Down syndrome in relation to their personal issues. The aim of this study is to understand the parents’ and educators’ role in the construction and recognition of the adult identity of the person with Down syndrome. In addition, in order to achieve this objective, it is important to verify if an education to reach the independence is effective. For this reason, after a bibliographic research about the growth towards adulthood of a person with Down syndrome, I carried out two focus groups with people with the syndrome enrolled in the “Associazione Italiana Persone Down” (an Italian association for people with Down syndrome), that showed in a concrete/real and direct way their point of view about their growth path and awareness of becoming and being an adult. What the participants of focus groups said encourage us to think about the representation of disability as a quality, not as a disadvantage/handicap.