Pedagogia interculturale

Tipo insegnamento: Obbligatorio

Codice: PED04200

Crediti: 4

Ore: 28

Docenti:

CESTARO MARGHERITA

Finalità dell'insegnamento e apporto specifico al profilo professionale

In riferimento al profilo professionale di Educatore socio-culturale e di Educatore dei servizi educativi per l’Infanzia il corso intende promuovere competenze utili a riconoscere le sfide e i compiti educativi che l’insegnante e l’educatore sono chiamati oggi ad assolvere per costruire (progettare e realizzare) reali “laboratori interculturali”, trasformando gli attuali contesti educativi (formali, non-formali e informali) in “luoghi relazionali” nei quali a ciascuno sia data la possibilità di crescere e di “apprendere insieme” facendo quotidianamente esperienza di reciproca integrazione, inclusione umana e cittadinanza.

Prerequisiti richiesti

Pedagogia generale

Competenze

  • Essere capace di costruire un clima educativo-formativo facilitante in tutti e in ciascuno la disponibilità all’incontro, al dialogo, allo scambio, alla partecipazione verso la realizzazione di “mete” comuni e condivise;
  • Essere capace di agire (in prima persona) e di promuovere nell’educando/educandi modalità relazionali e comunicative caratterizzate da capacità di ascolto (di sé e dell’altro), di empatia, di decentramento e di decostruzione;
  • Essere capace di agire una mediazione interculturale nella relazione educativa con minori “G2” e/o con i loro genitori
  • Essere capace di assumere un costante “atteggiamento riflessivo” sulla propria esperienza (personale e professionale) sviluppando interesse e disponibilità a prendersi cura della propria formazione e autoformazione.

Abilità

  • Essere capace di riconoscere i tratti e i processi caratterizzanti i contesti multiculturali da quelli caratterizzanti contesti interculturali;
  • Capacità di progettare e realizzare azioni e percorsi educativo-didattici che consentano a ciascuno di fare esperienza non solo del rispetto delle reciproche differenze ma anche e in particolare del riconoscimento delle legittime somiglianze – “convergenze umane”.

Conoscenze

  • Le dimensioni pedagogiche implicate nella dialettica monocultura – multicultura – intercultura;
  • L’approccio antropologico, etico e socio-culturale caratterizzante la prospettiva pedagogico interculturale con particolare riguardo ai concetti di identità/differenza; cultura/culture/persona; universalità/relativismo; straniero/stranierità; e ai principi di “mutuo riconoscimento”; “ospitalità”; cittadinanza e inclusione umana;
  • Il “viaggio” e il “viaggiare” come disposizione relazionale interculturale
  • I tratti caratterizzanti la “mediazione interculturale” come “competenza pedagogica e professionale” dell’insegnante e dell’educatore e come “cultura del lavoro” di rete tra scuola e territorio.

Bibliografia

Testo base:

Milan G. (2020), A tu per tu con il mondo. Educarci al viaggiare interculturale nel tempo dei muri…tracce per una sceneggiatura pedagogica. Lecce: PensaMultimedia. (Testo da studiare; lettura attenta: pp. 111-137; 184-192).

 

Uno a scelta tra i seguenti testi:

• Cestaro M. (2013), Educare “stando nel mezzo”. Mediazione interculturale tra ricerca e formazione, Cleup, Padova (capp. 1-2 studiare e conclusioni; capp. 4-5: lettura attenta). Testo maggiormente indicato per il corso "Educatori dell’Infanzia".

• Milan G., Cestaro M. (2016), We can Change! Seconde generazioni, Mediazione interculturale, Città. Sfida pedagogica. Lecce: PensaMultimedia (capp. 3 e 4 studiare; capp. 2 e 5: lettura attenta).

 

Testi facoltativi, in aggiunta a quanto sopra indicato:

• Santerini M. (2017), Da stranieri a cittadini. Educazione interculturale e mondo globale: Firenze: Bruno Mondadori. capp. 1 e 4; più uno a scelta dei capp. 2, 3, 5, 6).

 

Ulteriori indicazioni bibligrafiche saranno indicate durante le lelzioni sulla base di eventuali interessi tematici emersi nello svolgimento del corso.

Focus

Il corso assume come propri temi-chiave:

  • la dimensione del “viaggio” come disposizione educativa in prospettiva interculturale;
  • il concetto di “mediazione interculturale” come tratto qualificante e distintivo della riflessione pedagogica e della pratica educativo-formativa interculturale.

Metodologia

Lezione frontale in forma dialogica e interattiva con e tra studenti; eventuali attività micro-laboratoriali e/o studio di caso volti a favorire negli studenti l’approfondimento e la “familiarizzazione” con i contenuti trattati.

Criteri di valutazione e Modalità d'esame

La modalità dell’esame è in forma orale e la sua valutazione si base sui seguenti criteri:

  • correttezza e grado di padronanza del linguaggio disciplinare;
  • grado di conoscenza e padronanza dei concetti e delle tematiche trattate;
  • capacità di trasferire e situare i concetti-temi trattati alle e nelle situazioni della propria quotidianità (personale e/o professionale) e/o di rileggere e interrogare tali situazioni alla luce dei concetti-temi trattati;
  • grado di riflessione critico-costruttiva sul proprio modo di disporsi e stare in una relazione educativa in prospettiva interculturale.

Contatti e Orario di ricevimento

Il giorno di lezione, su appuntamento.