Diritto del terzo settore

Tipo insegnamento: Obbligatorio

Codice: PED02800

Crediti: 4

Ore: 24

Docenti:

QUIROZ VITALE MARCO ALBERTO

Finalità dell'insegnamento e apporto specifico al profilo professionale

Il corso si prefigge l'acquisizione dei fondamenti culturali e costituzionali sottesi alla riforma del terzo settore. Il corso mira altresì ad integrare il sapere giuridico con quello sociale ed educativo nella prospettiva del modelli di welfare attuati nel nostro Paese ed il ruolo giocato dagli enti del Terzo Settore. Il corso promuove, in particolare, la compressione della prospettiva dell'agire sociale - individuale e collettivo -  non utilitaristico ed economico e la sua dimensione, costituzionale giuridica e sociale.

Prerequisiti richiesti

nessuno

Competenze

Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di: interpretare le norme alal luce dei principi costituzionali, individuare le radici storico culturali degli attuali modelli di welfare state; riconoscere le principali strutture giuridiche degli Ets.

Abilità

Alla fine del Corso lo studente sarà in grado di: 

- riconoscere i principali modelli giuridici di Ets

- illustrare le caratteristiche dell'economica sociale e del volontariato

- individuare le radici culturali del dono 

Conoscenze

Il corso si articola nei seguenti moduli:

- Principi costituzionali del Terzo Settore e articolazione della Riforma

- Tipologia degli ETS

- L'impresa sociale

- ETS e collaborazione con al P. A.

- La cultura del dono e il volontariato

 

Bibliografia

Il Terzo Settore tra continuità e riforma, A cura di Marco A. Quiroz Vitale e Sergio Ricci, Maggioli 2017

La codificazione del terzo settore, A cura di Marco A. Quiroz Vitale e Sergio Ricci, Maggioli 2020

Altre indicazioni bibliografiche saranno date a lezione.

Focus

Il contributo del Terzo settore alle politiche sociali italiane nella prospettiva dell'economica non utilitaristica

Metodologia

Lezioni frontali, discussioni in aula, esercitazioni didattiche singole e di gruppo.

Criteri di valutazione e Modalità d'esame

Ai fini della valutazione della prova d'esame che sarà in forma scritta, verranno considerati i seguenti criteri: chiarezza espositiva e concettuale; precisione nel distinguere gli istituti giuridici; capacità di collegare riferimenti teorici e pratiche sociali.

Contatti e Orario di ricevimento

previa richiesta via email