Laboratorio 1: Europrogettazione

Tipo insegnamento: Laboratorio (segnaposto)

Codice: PED60005

Crediti: 4

Ore: 32

Docenti:

ONAMA JOHN BAPTIST

Finalità dell'insegnamento e apporto specifico al profilo professionale

Il percorso laboratoriale intende offrire agli studenti un’opportunità aggiuntiva di familiarizzare con i principi e i valori fondanti dell’Unione Europea e, in particolare, come questi vengono riflessi e incorporati nelle sue politiche di coesione sociale e territoriale. 

Da tale premessa deriva la possibilità per i giovani di poter agire con maggior efficacia un ruolo da cittadini protagonisti che, a sua volta, presuppone il raggiungimento di un buon grado di “know-how” nell’utilizzo degli strumenti di ideazione, elaborazione, monitoraggio e valutazione dei progetti europei contemplati dal metodo del Quadro logico. 

Al termine del percorso, il potenziale beneficio professionalizzante allo studente consisterà nell’acquisizione delle competenze essenziali per la comprensione, l’interpretazione e l’eventuale partecipazione ai bandi di concorso previsti dai programmi di finanziamento diretti o indiretti dell’Unione Europea, oppure da quelli promossi da altri enti nazionali o territoriali.  

Prerequisiti richiesti

Una buona o discreta comprensione del processo di unificazione europea e della storia dell'Unione Europea.

Il docente è disponibile a fornire indicazione sull'eventuale reperimento di materiale letterario o audio-visivo integrativo agli studenti che ne avranno bisogno su richiesta dei medesimi.

Competenze

Le attività didattiche, ispirate al “learning by doing”, avranno come oggetto l’apprendimento delle metodologie standard di elaborazione, implementazione, monitoraggio e valutazione dei progetti di sviluppo umano sostenibile nell’ambito della cooperazione interna europea, oltre ad offrire allo studente un approfondimento sui correlati criteri di accesso ai programmi di cofinanziamento dell’Unione e sulle buone pratiche sviluppate nel contesto europeo a tale riguardo.

Abilità

L’aspetto innovato del percorso laboratoriale riguarda il necessario adattamento delle tecniche di progettazione alle esigenze del nuovo Quadro finanziario pluriennale europeo per il periodo 2021-2027. Infatti, tra i provvedimenti più salienti del piano spicca il programma Next Generation EU, lo strumento provvisorio di ripresa concepita appositamente per rimediare agli immediati danni economici e sociali causati dalla pandemia SARS-CoV2, far ripartire la ripresa e preparare un avvenire migliore per la futura generazione di europei.   

Conoscenze

Il programma didattico del corso si occuperà delle strategie e delle tecniche che sorreggono il complesso meccanismo di finanziamento europeo riferiti all’ambito sociale e affronterà direttamente le tematiche dello sviluppo umano sostenibile, dell’inclusione sociale e della cittadinanza attiva, così come vengono prospettate, in linea generale dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e dagli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Agenda 2030) delle Nazioni Unite, e in modo specifico all’interno della cornice costituita dalle nuove linee guide delle politiche di coesione sociale e territoriale dell’UE rappresentate dal Recovery and Resilience Facility e dal Assistance for Cohesion and the Territories of Europe (REACT-EU).

Bibliografia

Bibliografia obbligatoria: 

‒ Molinari F. (2021), Strumenti di Europrogettazione per il 2021-2027. Guida pratica per presentare ed ottenere finanziamenti nella programmazione dei fondi europei 2021-2017, ilmiolibro self publishing.  

 

Bibliografia consigliata: 

 ‒ Amici M., Porcedda F., a cura di, (2020), Guida alla formulazione e gestione dei progetti europei: Il modello eU-maps, Milano, Franco Angeli.

 ‒ Mastrofini A., a cura di, (2020), Guida alle conoscenze di gestione progetti. Griglia di riferimento per i responsabili di progetto e per gli altri ruoli professionali di project management, Milano, Franco Angeli.  

Focus

Lezioni introduttive in forma frontale e interattiva con gli studenti; 

Successivamente, le attività laboratoriali si svolgeranno attraverso un percorso di esercitazione di gruppo. Detto metodo comporterà sia l’utilizzo dello strumento “tecnico” del Quadro logico (Logical Framework) e, più specificamente, del Goal-Oriented Project Planning (GOPP), sia la simulazione integrale della fase di studio di fattibilità per un progetto da presentare al cofinanziamento in base ai criteri stabiliti da un bando contemporaneo a gestione diretto od indiretto della Commissione europea.

 L’esercitazione di gruppo si svolgerà utilizzando un bando pubblico scelto dal docente, in base alla disponibilità di materiale documentale, e improntato su specifiche tematiche sociali.

Metodologia

La metodologia adoperata dal percorso laboratoriale consiste nell’impegnare gli studenti in un’esperienza di apprendimento basata sul “learning by doing”. 

La suddetta impostazione è finalizzata a guidare e accompagnare gli studenti passo dopo passo verso il raggiungimento di un buon livello di dimestichezza con le competenze operative richieste nell’elaborazione e nell’implementazione dei progetti di sviluppo sostenibile in ambito europeo. Il percorso formativo si divide in due moduli: 

 

Modulo 1. Parte introduttiva: 

• Breve introduzione alle politiche di coesione e ai finanziamenti dell’Unione Europea: obiettivi, strumenti e attori. 

• Breve illustrazione della programmazione finanziaria pluriennale 2021-2027. 

• Come accedere alle opportunità di finanziamento dell’Unione europea: l’approccio strategico e le metodologie di progettazione. 

• La fase dell’identificazione di un progetto: dall’analisi dei bisogni alla definizione della strategia di intervento. • La fase della pianificazione di un progetto: la proposta progettuale. 

• Il partenariato transnazionale europeo e le basi per l’implementazione di un progetto. 

 

Modulo 2. Attività laboratoriali (lavori di gruppo): 

• Analisi di un attuale bando di concorso (Call Package). 

 • Analisi del contesto e degli Stakeholder. 

• Analisi dei bisogni e l’impostazione dell’Albero dei problemi. 

• Elaborazione dell’Albero degli obiettivi. 

• Definizione e giustificazione della Strategia d’intervento. 

• Compilazione del matrice del Quadro logico. 

• Abbozzatura di un Consorzio progettuale transnazionale. 

• Abbozzatura di un programma delle attività (eventuali Work Packages).

Criteri di valutazione e Modalità d'esame

La valutazione di profitto avverrà in base alla qualità degli elaborati dei singoli gruppi, nonché allo svolgimento di una prova scritta finale consistente in un test con domande a risposta multipla e il cui esito concorrerà al calcolo di un voto aggregato per ogni studente. Tale votazione terrà conto anche della presenza individuale degli studenti alle lezioni e, soprattutto, del loro livello di partecipazione ai lavori di gruppo nella fase laboratoriale.

Contatti e Orario di ricevimento

Il docente riceve le studentesse e gli studenti su appuntamento, previa prenotazione via email per concordare giorno, orario e modalità.