Laboratorio di specializzazione professionale 2

Tipo insegnamento: Laboratorio (segnaposto)

Codice: PED06019

Crediti: 4

Ore: 32

Docenti:

ONAMA JOHN BAPTIST

Finalità dell'insegnamento e apporto specifico al profilo professionale

Il percorso laboratoriale si prefigge lo scopo di offrire agli studenti una concreta prospettiva ideale, e basata su un'esperienza reale, da cui affacciarsi operativamente sul complesso ed articolato fenomeno dello sfruttamento dei minorenni. 

Il tal senso, il percorso si soffermerà a sottolineare e a evidenziare le più significative disfunzioni di origine sistemico-istituzionale ed antropologica che caratterizzano il suddetto fenomeno. In modo particolare, si cercherà di evidenziare come esse  assumono le caratteristiche di alcune note dinamiche disumanizzanti comunemente classificate come "schiavitù moderne" e che, a loro volta, affondano le radici in contesti segnati dalla vulnerabilità collettiva ed indotta, da ingiustizia sociale e da assuefazione alla violenza o dalla giustificazione della medesima. 

Infine, l'insegnamento punta a presentare un'opportunità di riflessione personale, di approfondimento pratico e di crescita professionale e operosa nei confronti delle tante vite che ancor oggi sono segnate dalla violenza, e specialmente quelle delle tantissime famiglie e bambini vittime delle cosiddette "guerre dimenticate". 

Prerequisiti richiesti

Buona o discreta conoscenza della Convenzione delle Nazione Unite sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza (anche nota come la "CRC"), nonché della Classifica Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (anche nota come la "ICF").

Il docente si impegna a mettere a disposizione degli studenti copie di entrambi i documenti tramite la piattaforma digitale di ateneo. 

Competenze

Acquisizione delle competenze operative per poter immaginare e pianificare con maggior efficacia gli interventi di inserimento sociale a beneficio dei bambini e delle bambine vittime dei conflitti armati, adoperando una “filiera operativa e valoriale” animata da una pedagogia della fiducia, della speranza, dell’alleanza e, infine, della condivisione.

Abilità

Acquisizione delle capacità cognitive necessarie per leggere, comprendere ed interpretare i problemi, le tematiche e i scenari contemporanei legati ai conflitti dimenticati. 

Conoscenze

Approfondimento didattico sui protagonisti, sulle cause e sulle dinamiche delle guerre contemporanee, con particolare attenzione all'interconnessione tra i diversi fattori da cui esse vengono generate, e perché il coinvolgimento dei bambini e delle bambine diventa un'inevitabile "effetto collaterale". 

Bibliografia

Bibliografia obbligatoria: 

‒ Governanti F. (2021), Sogni rubati. Il fenomeno dei bambini soldato, Palermo, Progetto Accademia. 

 

Bibliografia consigliata: 

‒ Singer P.W. (2006), I signori delle mosche. L’uso militare dei bambini nei conflitti contemporanei, Roma-Bari, Gius. Laterza & Figli Spa. 

‒ Carrisi G. (2006), Kalami va alla guerra: i bambini-soldato, Milano, Ancora Editrice. 

‒ Bertozzi L. (2003), I bambini soldato. Lo sfruttamento globale dell’infanzia. Il ruolo della società civile e delle istituzioni internazionali, Bologna, EMI. 

‒ CARITAS ITALIANA, in collaborazione con FAMIGLIA CRISTIANA e IL REGNO (2003), I conflitti dimenticati, Milano, Feltrinelli. 

Focus

Il corso prevede, come strumento qualificante e di arricchimento operativo, un modulo laboratoriale adattato direttamente dai programmi di recupero per gli ex bambini e bambine soldato, e che si svolgerà attraverso la visione di alcuni documentari che saranno, al tempo stesso, funzionali all’esercitazione di gruppo.  

Metodologia

Lezione frontale in forma interattiva con gli studenti, e successivo approfondimento didattico sullo specifico Case Study dei bambini e delle bambine vittime dei conflitti armati tramite l'uso di materiale audio-visivo.

Criteri di valutazione e Modalità d'esame

La prova di accertamento di profitto si svolgerà in forma scritta e sarà costituita da un elaborato di gruppo (valevole per 20 punti) e un test conclusivo in base a dieci domande a risposta multipla (valevole per 10 punti). 

Contatti e Orario di ricevimento

Il docente riceve le studentesse e gli studenti su appuntamento, previa prenotazione via email per concordare giorno, orario e modalità.