Corso opzionale: Filosofia delle scienze sociali

Tipo insegnamento: Corso opzionale

Codice: PED61059

Crediti: 3

Ore: 18

Docenti:

EMILIO MARCO

Finalità dell'insegnamento e apporto specifico al profilo professionale

Premessa

Negli ultimi due decenni è emersa una decisa svolta all’interno di alcune scienze sociali che ha come centro la natura collaborativa degli esseri umani.

 

Diverse ricerche in ambito di economia sperimentale, psicologia evoluzionistica e antropologia hanno fornito una consistente serie di evidenze empiriche (sperimentali e interdisciplinari) che hanno messo in luce le strutturali tendenze altruistiche degli esseri umani, come anche le loro uniche capacità di coordinarsi di fronte a problemi complessi, in un modo non presente nelle altre specie prossime.

 

Questa tendenza si è sviluppata in parallelo con il crescente interesse nelle scienze pedagogiche per il ruolo dei processi di apprendimento cooperativo (e.g. Cooperative Learning, Problem Based Learning, Co-educazione).

 

In modo diverso, queste direzioni hanno sottolineato come i processi cooperativi umani costituiscano la chiave di volta per la comprensione della particolare socialità umana e delle forme di apprendimento su cui essa è basata. Tuttavia, il concetto di cooperazione risulta per molti versi ampio, se non vago. Su un piano disciplinare, per cooperazione vengono spesso identificate interazioni molto differenti.

 

E, su un livello filosofico, rimane da esplorare la questione di cosa significhi che due, o più, soggetti umani abbiano una comprensione condivisa di obiettivi che sono interdipendenti.

Come possono educatori e altri soggetti condividere la direzione delle loro azioni in vista di ottenere determinati apprendimenti? Cosa significa "co-costruire l’intenzionalità" degli interventi educativi, nelle interazioni tra diversi soggetti? Rispetto a queste domande, negli ultimi trent’anni ha ricevuto una considerevole attenzione il concetto di intenzionalità collettiva.

 

Diversi autori di ambito filosofico sostengono che quando alcuni esseri umani affermano “Noi apprendiamo”, “Noi agiamo”, “Noi organizziamo” entri in gioco un modo collettivo di intenzionare la realtà, irriducibile alla prospettiva individuale.

 

Da questa angolatura, sembra potersi chiarire cosa significhi collaborare. E approfondire in che modo la cooperazione entri in gioco nei processi di apprendimento, sia come processo, che come obiettivo di percorsi educativi, per promuovere persone, gruppi, comunità e società capaci di collaborare nell’affrontare gli attuali problemi ecologici e digitali-relazionali.

 

L’insegnamento si propone di affrontare questi diversi nodi, con l’intenzione di fornire alle studentesse e agli studenti un quadro interpretativo coerente e argomentato, per affrontare le questioni educative e formative connesse con il cooperare.

Il corso si avvierà con un breve sguardo sulla filosofia delle scienze sociali attuale, per poi muoversi nel riprendere quanto emerge rispetto alla cooperazione in alcuni ambiti di ricerca empirica. Successivamente, verrà dato spazio all’interpretazione della cooperazione dalla prospettiva dell’intenzionalità collettiva.

Infine, si analizzerà la possibilità di comprendere la cooperazione come sviluppata in diversi modelli formativi (e.g. Cooperative Learning e Problem Based Learning) ed educativi (e.g. Co-educazione) connettendo questi esiti con la prospettiva dell’intenzionalità collettiva.

 

Finalità generale

Il corso si propone di promuovere competenze metadisciplinari di tipo teorico, che consentano alle studentesse e agli studenti lo sviluppo argomentato di una coerente immagine teorica di cosa sia cooperazione entro i diversi contesti professionali educativi, didattici e sociali.

Prerequisiti richiesti

Nessun prerequisito.

Competenze

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà essere in grado di:

• Saper comprendere e utilizzare alcuni strumenti concettuali propri della filosofia delle scienze sociali

• Saper riflettere sul background di teorie filosofiche sulla socialità alla base delle pratiche pedagogiche.

• Saper formulare giudizi autonomi di secondo ordine sulle finalità e le prassi degli interventi pedagogici che vertono sul concetto di cooperazione, in un quadro di riflessività professionale.

Abilità

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà essere in grado di:

• Saper applicare alcuni strumenti concettuali filosofici nell’analisi di teorie pedagogiche centrate sul concetto di cooperazione;

• Saper applicare metodi argomentativi filosofici allo sviluppo di framework teorici che fondano gli interventi in ambito scienze pedagogiche che si occupano di cooperazione.

 

Conoscenze

Al termine del percorso lo studente dovrà conoscere:

1. La filosofia delle scienze sociali. Elementi generali: questioni ontologiche e prospettive metodologiche.

2. Cooperazione, coordinazione e team reasoning: i principali nodi interdisciplinari di ricerca che riguardano i processi collaborativi umani in alcune indagini empiriche degli ultimi due decenni.

3. “Noi cooperiamo”, “Io coopero”: il dibattito filosofico sull’intenzionalità collettiva. Condividere obiettivi, sviluppare azioni congiunte e we-reasoning nelle attuali filosofia della mente e filosofia sociale.

4. Cooperare per apprendere e apprendere a cooperare: le questioni aperte sulla cooperazione nelle prospettive di Cooperative Learning, nel Problem Based Learning e nell’approccio della Co-educazione.

Bibliografia

Indicazioni generali iniziali

Searle, J. R. (2010). Creare il mondo sociale. La struttura della civiltà umana. Cortina Raffaello.

Indicazioni definitive verranno comunicate dal docente all’avvio dell’insegnamento.

Metodologia

L’insegnamento si avvarrà di tre principali metodologie:

• Esercitazioni filosofiche in piccolo gruppo di analisi critica di testi o casi educativi con ricostruzione delle argomentazioni (Argument Reconstruction)

• Discussione interattiva in plenaria a partire da stimoli polarizzanti (Poll Based Debate)

• Contributi teorici in modalità espositiva classica.

Criteri di valutazione e Modalità d'esame

Criteri di valutazione

• Saper usare i lessici propri della filosofia delle scienze sociali.

• Saper esporre e argomentare correttamente i contenuti teorici.

• Saper presentare e connettere i concetti e i temi sviluppati nell’insegnamento in modo coerente e organico dimostrando competenze critiche nei riferimenti ai diversi contenuti teorici.

• Saper valutare criticamente in modo argomentato teorie e pratiche pedagogiche che utilizzano il concetto di cooperazione.

 

Modalità esame

Colloquio orale che verterà sui contenuti e una analisi dei casi e problemi discussi a lezione.

 

Contatti e Orario di ricevimento

m.emilio@iusve

(Scrivere solo dal proprio indirizzo istituzionale nome.cognome@studenti.iusve.it : e-mail provenienti da indirizzi differenti non riceveranno risposta).

 Il docente riceve per appuntamento: per accordarsi sui tempi inviare una e-mail all'indirizzo istituzionale.